Tomba Senatore Isaia Levi Roma Committente: A.P.S.A. Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica

La cappella Levi fu commissionata a Pietro Canonica da Isaia Levi (1863-1949), un ricco industriale tessile che aderì al fascismo fin dai primi anni venti e che si convertì al cattolicesimo dopo l’edificazione del monumento funebre. La cappella venne edificata tra il 1924 e il 1925 per il cimitero israelitico di Torino, l’anno seguente, su istanza di Isaia Levi, il manufatto fu smontato e ricostruito a Roma all’interno del cimitero Monumentale del Verano. Nel gennaio del 1947 Levi istituì la Santa Sede Apostolica come erede universale. La cappella ha subito negli anni un lento ma continuo deterioramento che ha portato l’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (A.P.S.A.) a programmare un intervento di alto restauro conservativo. Imprendo Italia si è aggiudicata l’appalto di restauro, grazie all’impiego di personale altamente qualificato che ha operato in stretta collaborazione con la Direzione Lavori della Sede Apostolica, il manufatto è tornato all’antico splendore ed oggi è possibile apprezzarne l’originale bellezza nei dettagli e nelle decorazioni che il degrado nel tempo aveva portato via.